Cerchi un consulente energetico?

Offerte luce e gas – Risparmia sulle bollette.

CONSULENTE ENERGETICO MILANO

Offerte luce e gas a Milano o in provincia di Milano

CONSULENTE ENERGETICO BRESCIA

Offerte luce e gas a Brescia o in provincia di Brescia

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO BERGAMO

Offerte luce e gas a Bergamo o in provincia di Bergamo

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO VARESE

Offerte luce e gas a Varese o in provincia di Varese

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO MONZA

Offerte luce e gas a Monza o in provincia di Monza e Brianza

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO COMO

Offerte luce e gas a Como o in provincia di Como

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO PAVIA

Offerte luce e gas a Pavia o in provincia di Pavia

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO MANTOVA

Offerte luce e gas a Mantova o in provincia di Mantova

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO CREMONA

Offerte luce e gas a Cremona o in provincia di Cremona

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO LECCO

Offerte luce e gas a Lecco o in provincia di Lecco

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO LODI

Offerte luce e gas o in provincia di Lodi

Scopri di più

CONSULENTE ENERGETICO SONDRIO

Offerte luce e gas a Sondrio o in provincia di Sondrio

Scopri di più

Cosa significa per famiglie e aziende il mercato libero dell’energia elettrica e del gas?

La liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica e del gas metano, in Italia, è a pieno regime.

In base al d.lgs. 79 del 1999 (legge Bersani), in Italia come negli altri paesi dellʼUnione Europea, ogni consumatore domestico può liberamente decidere da quale venditore e a quali condizioni acquistare energia elettrica e gas per le necessità della propria abitazione.

Il passaggio da un mercato dove esisteva un solo operatore che aveva il monopolio al cosiddetto Mercato Libero è stato iniziato con il d.lgs. 79 del 1999 – legge Bersani – che, in Italia come in tutti gli altri paesi dellʼUnione Europea, si apriva alla concorrenza libera il mercato per l’acquisto e la vendita di energia elettrica e gas.

Questo dovrebbe permettere sia ai clienti privati, alle famiglie che alle aziende e professionisti di risparmiare: ma cos’è veramente il mercato libero? Quali sono le procedure da seguire per cambiare fornitore? Quali sono le offerte sul mercato?

Scoprite questa guida per approfondire bene tutte le domande che potreste farvi:

Cos’è il mercato libero?

Il Mercato libero dell’energia elettrica e del gas significa che non esiste più un solo operatore dal quale si deve obbligatoriamente passare ma i consumatori, siano essi privati o professionali, possono scegliere da chi comperare luce e gas.

Le condizione economiche offerte dai vari operatori, oggi in concorrenza avvantaggiano i consumatori finali, quindi il Cliente finale.

Le utenze domestiche fino ad oggi comperavano l’energia elettrica o il gas metano in regime di Maggior Tutela. Oggi il mercato libero dell’energia e del gas permetterà alle famiglie e alle aziende di risparmiare, scegliendo il contratto più vantaggioso.

Il prezzo è veramente libero?

Cerchiamo di capire effettivamente come questo cambiamento: come funzionano le società che oggi vendono luce ed energia nel mercato libero. Anche se ogni venditore di servizi può effettivamente determinare il proprio prezzo di vendita deve comunque pagare un prezzo fissato dall’ARERA – Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente per la rete di distribuzione che rimane una sola su tutto il territorio.

Chi è il Garante per il settore luce e gas?

ARERA – Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente – istituita con la legge n. 481 del 1995, ha il compito di regolare le attività nei settori dell’energia elettrica, del gas naturale, dei servizi idrici, del ciclo dei rifiuti e del telecalore e di controllare il buon andamento del mercato.

Qual è questo prezzo fisso da pagare?

Il prezzo che pagate in bolletta è composta da diverse componenti: da una parte il costo della materia “energia” (che include anche tutti i costi per la commercializzazione), dall’altra le spese per il trasporto (infatti la rete di trasmissione e distribuzione è unica sul territorio), quelle per il contatore e le spese degli oneri di sistema.

Le diverse offerte del mercato libero possono essere sottoscritte con una fatturazione a kWh (kilowatt/ora) o con l’Smc (Standard/metro-cubo) con tariffe con prezzo fisso o con sconto fisso (sempre unicamente sulla componente energia poiché la distribuzione è stabilita, coma abbiamo visto, dall’ARERA).

Esistono anche tariffe con un unico prezzo durante le 24h o che si differenzia tra il giorno e la notte.

Sono necessari cambiamenti agli impianti?

Non sono necessari né variazioni né adeguamenti agli impianti per passare al Mercato Libero, è semplicemente una variazione del fornitore, la sostituzione amministrativa di una società di gestione ad un’altra.

Ci vuole molto tempo per cambiare gestore di luce e energia?

Sono generalmente necessarie 48 ore per un cambio di gestore nel campo energia e gas, un po’ come nel campo della telefonia, il vecchio fornitore chiuderà il suo contratto con una bolletta di conguaglio (se hai versato di più di quello che è il dovuto alla chiusura verrai rimborsato se non ci sono penali per il cambiamento – ti consigliamo di leggere bene il contratto o di chiederci assistenza) .

ARERA, l’Autorità di regolazione per energia elettrica, reti e ambiente fornisca anche una serie di servizi che ti permettono di essere tutelato in un Mercato Libero.

ARERA fornisce alcuni servizi al Consumatore come:

Lo Sportello del Consumatore: cercate informazioni o volete sporgere un reclamo contro il vostro fornitore (scopri come funziona);

Il Tavolo di conciliazione: che serve per risolvere le controversie con il vostro fornitore (scopri come funziona).

Come per tutti i contratti se non siete sicuri di aver fatto la scelta giusta potete rescindere il contratto verificando prima di sottoscriverlo quali sono i parametri per farlo (questo vi permette di tornare indietro senza pagare penali quindi leggete bene i contratti). Potete farlo anche in corso di contratto se qualcosa non va e non siete soddisfatti. Esiste infatti un diritto di ripensamento e diritto di recesso per i contratti luce e gas.

Come scegliere il proprio operatore

Le offerte sono veramente tante e come si capisce quale operatore fa al nostro caso? Quanto puoi risparmiare? Per capire meglio come farei la tua scelta dovresti analizzare questi parametri:

  • Il consumo annuale della tua famiglia o società
  • la potenza necessaria
  • come consumi o gli orari in cui si fa maggiore uso di energia: di giorno, di notte, in settimana o nel week end
  • se vuoi gestire tutto online o vuoi avere un referente telefonico o un negozio

Questo dati vi permetteranno di verificare quale operatore corrisponde al meglio alle vostre esigenze di consumo che vi offre tariffe più interessanti rispetto a quelle degli altri.

Avete deciso? cosa dovete fare per passare ad un altro operatore?

Contattate il servizio di assistenza del nuovo operatore che vi dirà esattamente cosa e come fare per espletare le pratiche burocratiche necessarie per poter effettuare il passaggio al nuovo operatore che avverrà nei tempi definiti dalle normative di legge e senza interrompere la fornitura, di gas o di energia elettrica.